NELLA MEDIAZIONE DELEGATA LE PARTI DEVONO PRESENTARSI E SUPERARE IL PRIMO INCONTRO

NELLA MEDIAZIONE DELEGATA LE PARTI DEVONO PRESENTARSI E SUPERARE IL PRIMO INCONTRO

Tribunale di Roma, ordinanza 19.12.2016 A cura del Mediatore Avv. Emanuela Palamà da Lecce. Commento Quando il giudice invita le parti ad avviare una mediazione ai sensi dell’art. 5 comma 2 bis D.Lgs. 28/2010, si tratta non più di un semplice invito, bensì di un ordine presidiato da sanzioni, che presuppone peraltro, un preventivo vaglio, l'esame e la valutazione degli atti di causa da parte del magistrato che l'ha disposto. Per tali ragioni le parti devono partecipare personalmente in mediazione e superare il primo incontro informativo. La violazione ingiustificata dell’invito del giudice, oltre ad incidere…Read more …
L’ASSENZA INGIUSTIFICATA CONCORRE ALL’ AUMENTO DELLE SPESE DI LITE

L’ASSENZA INGIUSTIFICATA CONCORRE ALL’ AUMENTO DELLE SPESE DI LITE

Tribunale di Roma, sentenza 26.6.2017 A cura del Mediatore Avv. Marcella Irene Carboni da Sassari. Letto 139 dal 28/07/2017 Commento: L’art.8 co.IV° bis prima parte del decr. lgsl. 28/2010 relativamente alla mancata partecipazione senza giustificato motivo al procedimento di mediazione prevede che il giudice può desumere argomenti di prova nel successivo giudizio ai sensi dell'articolo 116, secondo comma, del codice di procedura civile. Se la parte debitamente invitata alla mediazione demandata resta assente senza giustificato motivo, il giudice, in forza del combinato disposto degli artt. 8 co.IV° bis del decr. lgsl. 28/2010 e art. 116…Read more …
SANZIONATO IL CONDOMINIO CHE NON SI PRESENTA IN MEDIAZIONE

SANZIONATO IL CONDOMINIO CHE NON SI PRESENTA IN MEDIAZIONE

Tribunale di Pistoia, sentenza 25.02.2015 A cura del Mediatore Avv. Mariavittoria Fratarcangeli da Frosinone Commento: La parte che ha interesse ad assolvere la condizione di procedibilità (nel caso la attrice), ha l’onere di partecipare all’iter davanti al mediatore, specificando l’articolo 5 comma 1 bis del d.lgs.28/2010, che la presenza deve essere personale mentre al legale è assegnata la sola funzione di assistenza e non di rappresentanza. Nel caso in commento, il condomino avviava nei confronti del condominio la mediazione disposta d’ufficio dal giudice, senza partecipare personalmente all’incontro fissato dal mediatore. Il Giudice, rilevando…Read more …
LA MEDIAZIONE SENZA LA PRESENZA DELLA PARTE PROVOCA LA IMPROCEDIBILITÀ DELLA DOMANDA

LA MEDIAZIONE SENZA LA PRESENZA DELLA PARTE PROVOCA LA IMPROCEDIBILITÀ DELLA DOMANDA

Tribunale di Pordenone, sentenza 10.3.2017 A cura del Mediatore Avv. Vittoria Greco da Frosinone Commento: La mediazione richiede necessariamente la presenza delle parti coinvolte nel giudizio di persona e non a mezzo delegati (siano essi i difensori o altri soggetti). Conseguenza di ciò è che l’assenza personale di una delle parti comporta l’inesistenza della procedura di mediazione così come prevista dal d. lgs 28/2010. Quindi, l’improcedibilità della domanda. Per leggere il testo integrale clicca quiRead more …
L’OPPONENTE DEVE AVVIARE LA MEDIAZIONE PER EVITARE L’IMPROCEDIBILITÀ DEL GIUDIZIO

L’OPPONENTE DEVE AVVIARE LA MEDIAZIONE PER EVITARE L’IMPROCEDIBILITÀ DEL GIUDIZIO

Tribunale di Rovigo, sentenza 17.3.2017 A cura del Mediatore Avv. Donato Mele Mongiò da Lecce Commento: Il Tribunale di Rovigo ritiene di condividere l’orientamento di legittimità (cfr. Cass. Civ. n. 24629 del 3 dicembre 2015) per il quale: “in tema di opposizione a decreto ingiuntivo, l’onere di esperire il tentativo obbligatorio di mediazione verte sulla parte opponente secondo quanto previsto dall’art. 5 del d.lgs. n. 28 del 2010” che deve essere interpretato in conformità alla costituzione e alla ratio della mediazione. Va pertanto dichiarata l’improcedibilità dell’opposizione con conseguente cristallizzazione del decreto ingiuntivo opposto in caso…Read more …
IL CONSUMATORE PUÒ FARE A MENO DELL’ASSISTENZA LEGALE

IL CONSUMATORE PUÒ FARE A MENO DELL’ASSISTENZA LEGALE

Corte di Giustizia Europea, Sez. I, sentenza 14 giugno 2017 A cura del Mediatore Avv. Patrizia Testa da Milano Commento: Con una recente sentenza la Corte di Giustizia Europea ha affermato che la normativa italiana non può imporre l’obbligo di assistenza legale per il consumatore che prenda parte ad una procedura di adr. Nel contempo, è legittima la previsione normativa che prevede l’applicazione di una sanzione pecuniaria collegata alla mancata ed ingiustificata partecipazione nella adr, se, come in effetti avviene nel caso italiano, consente al consumatore la possibilità di ritirarsi successivamente al primo incontro con…Read more …
SANZIONATO IL CONDOMINIO CHE NON SI PRESENTA IN MEDIAZIONE

SANZIONATO IL CONDOMINIO CHE NON SI PRESENTA IN MEDIAZIONE

Tribunale di Pistoia, sentenza 25.02.2015 A cura del Mediatore Avv. Mariavittoria Fratarcangeli da Frosinone. Commento: La parte che ha interesse ad assolvere la condizione di procedibilità (nel caso la attrice), ha l’onere di partecipare all’iter davanti al mediatore, specificando l’articolo 5 comma 1 bis del d.lgs.28/2010, che la presenza deve essere personale mentre al legale è assegnata la sola funzione di assistenza e non di rappresentanza. Nel caso in commento, il condomino avviava nei confronti del condominio la mediazione disposta d’ufficio dal giudice, senza partecipare personalmente all’incontro fissato dal mediatore. Il Giudice, rilevando l’assenza ingiustificata…Read more …
LA MEDIAZIONE INTERROMPE IL TERMINE PER IMPUGNARE LE DELIBERE

LA MEDIAZIONE INTERROMPE IL TERMINE PER IMPUGNARE LE DELIBERE

Tribunale di Milano, sentenza 02.12.2016 A cura del Mediatore Avv. Simona Francesca Maria Bruzzese da Milano. Commento: Con l’avvio della mediazione civile viene interrotto il termine decadenziale ex art. 1137 c.c., di trenta giorni, per impugnare le delibere di condominio. Il termine inizia nuovamente a decorrere (per intero) dalla data del deposito del verbale negativo presso la segreteria dell’organismo di mediazione. Per leggere il testo completo clicca quiRead more …
SE L’OPPONENTE NON AVVIA LA MEDIAZIONE IL DECRETO INGIUNTIVO DIVIENE ESECUTIVO

SE L’OPPONENTE NON AVVIA LA MEDIAZIONE IL DECRETO INGIUNTIVO DIVIENE ESECUTIVO

Tribunale di Bolzano, sentenza 10.7.2016 A cura del Mediatore Avv. Mila Masciadri da Padova Commento: Il Tribunale di Bolzano aderisce all’ orientamento dominante che ritiene improcedibile. Il giudizio di opposizione a decreto ingiuntivo nel caso in cui l’opponente non avvia la mediazione. Sul debitore ingiunto, pertanto, grava l’onere di attivarsi tempestivamente, pena la conferma del decreto opposto e l'impossibilità di far valere le ragioni dell'opposizione. Per leggere il testo integrale clicca quiRead more …
L’AVVOCATO NON PUÒ SOSTITUIRE LA PARTE IN MEDIAZIONE

L’AVVOCATO NON PUÒ SOSTITUIRE LA PARTE IN MEDIAZIONE

Tribunale di Napoli Nord, ordinanza 17.01.2017 Nella mediazione delegata è necessaria la presenza personale della parte oltre che dell’avvocato, il quale non può sostituire il cliente. Nel caso della mediazione esperita dal solo legale e quindi in violazione delle prescrizioni che regolano il suo corretto espletamento, non vi è altra possibilità se non quella di dichiarare l’improcedibilità della domanda attorea. Per leggere il testo integrale clicca quiRead more …